Welfare, Sacconi (Fi): è sul protocollo che Prodi cadrà

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Welfare, Sacconi (Fi): è sul protocollo che Prodi cadrà

16 Novembre 2007

La Finanziaria passa in Senato ma i problemi per l’Esecutivo di Prodi restano. “La partita non è chiusa, perché le possibilità di implosione di questo governo entro l’anno sono più che mai possibili”. Parola di Maurizio Sacconi, secondo cui  è il ddl welfare a creare i maggiori problemi al Professore.

“Il Protocollo si è discostato dallo stesso protocollo e contiene una bomba ad orologeria che farà saltare l’equilibrio dei conti previdenziali e la stabilità più generale della finanza pubblica”, afferma l’ex sottosegretario dell’Economia e senatore di Forza Italia Maurizio Sacconi.

“Sarebbe davvero colpevole – aggiunge – dare quindi per scontata la sopravvivenza del governo Prodi e rinunciare opportunisticamente a combattere nel momento in cui è evidente il pericolo per il paese di un vero e proprio declino economico. Sta prevalendo infatti nella maggioranza l’idea di politiche distributive come variabile indipendente e una riproposizione della antica ostilità catto-comunista all’impresa sotto le mentite spoglie di un liberismo de noantri”.