Yemen. Ucciso capo militare di al-Qaeda in raid aereo

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Yemen. Ucciso capo militare di al-Qaeda in raid aereo

15 Gennaio 2010

Il capo militare di Al Qaeda nella penisola arabica, Qassem al-Rimi, è stato ucciso oggi in un raid aereo nel Nord dello Yemen. Lo ha reso noto una fonte della sicurezza yemenita.

Al-Rimi viaggiava insieme ad altri sette esponenti di Al Qaida su due auto, che sono state colpite da un aereo ad Al Agacher, fra le province di Saada e al-Jouf, vicino alla frontiera saudita. Nel raid sono rimasti uccisi sei militanti, fra i quali quattro ricercati dagli Stati Uniti e dallo Yemen: oltre ad al-Rimi, Ayed al-Shabwani, Ammar al-Waili e Saleh al-Tais.

Due persone sono sopravvissute al raid e sono fuggite. Secondo la fonte, Qassem al-Rimi era il capo militare di Al Qaida nella penisola arabica e la mente della maggior parte delle operazioni dell’organizzazione in Yemen. Evaso nel febbraio del 2006 da una prigione della capitale Sanaa insieme ad altri 22 militanti, al-Rimi era sfuggito già due volte ad un blitz delle forze di sicurezza, nel 2008 e alla fine del 2009.