Zoggia e Cuperlo: fermare il tesseramento per il bene di tutti

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Zoggia e Cuperlo: fermare il tesseramento per il bene di tutti

07 Novembre 2013

Davide Zoggia, responsabile tesseramento del Pd, si è espresso sulla questione del tesseramento proponendo lo stop a partire da lunedì, ma a patto che tutti candidati siano d’accordo. "Abbiamo condiviso la proposta del segretario Guglielmo Epifani", ha spiegato Zoggia, "di fermare i tesseramenti in vista delle convenzioni nazionali che cominceranno la prossima settimana e si concluderanno il 17. Questo fine settimana i circoli devono rimanere aperti. L’altra condizione è che tutti i candidati siano d’accordo e, su questo, Epifani ascolterà nelle prossime ore il parere dei candidati. C’è infine da verificare che vi siano le condizioni tecniche per fermare il tesseramento". La proposta di chiudere i tesseramenti era stata avanzata da Guglielmo Epifani durante la riunione di segreteria. Il segretario aveva così cercato di impedire che vi fossero nuovi casi di tesseramento anomalo, dopo le segnalazioni arrivate da diverse province. Gianni Cuperlo ha subito auspicato che tutti i candidati alla segreteria del Pd accolgano la proposta di fermare il tesseramento: "Ho confermato a Guglielmo Epifani ciò che ho sempre sostenuto ossia che fermare il tesseramento è nell’interesse di tutti. Secondo me una soluzione si può trovare, ripeto, per il bene di tutti".