Al G8 l’Italia difenda i cristiani dalle persecuzioni. Firma anche tu l’appello

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Al G8 l’Italia difenda i cristiani dalle persecuzioni. Firma anche tu l’appello

03 Luglio 2012

Non passa giorno senza che non ci pervengano notizie sulle persecuzioni contro i cristiani nel mondo. Barbari attentati durante celebrazioni rituali cristiane; legislazioni punitive nei confronti delle minoranze cristiane; persecuzioni indiscriminate e disumane. Non più tardi di due domeniche fa, tra il Kenya e la Nigeria, ventuno persone hanno pagato con la vita l’appartenenza alla fede in Cristo.

Crediamo sia urgente raccogliere l’invito che arriva ormai da molte parti a che l’Italia assuma un ruolo di primo piano nella denuncia, presso i maggiori organismi internazionali e intergovernativi – dalle Nazioni Unite, passando per il Consiglio Europeo, fino al G20 e al G8 -, dell’odio anticristiano.

Spesso il mondo musulmano, nella sua declinazione di ummah, di comunità islamica transfrontaliera, ha dato prova di sapere reagire, non sempre a ragione, a quelli che erano percepiti come attacchi verbali e fisici al proprio credo e ai propri fratelli, raccogliendo il sostegno dell’Onu. Ci pare urgente che l’Occidente ritrovi un forte senso della comune identità cristiana, anche attraverso un’azione di governo corale a livello internazionale già a partire del prossimo G8 di Camp David.

Siamo convinti che, in continuità con l’attenzione dimostrata su questo fronte dal precedente governo, tocchi all’attuale esecutivo italiano – anche alla luce dell’esistenza entro i confini naturali dell’Italia di Santa Romana Chiesa e del forte senso di adesione degli italiani ai valori cristiani – farsi portatore di un’iniziativa di politica estera che declini una strategia d’ampio respiro diplomatico, presso tutti i governi del mondo, soprattutto quelli dei paesi a maggioranza musulmana, laddove più frequentemente si manifesta l’arbitraria violenza anti-cristiana.

Crediamo infine che il valore della reciprocità in materia di trattamento delle minoranze religiose sia cemento indispensabile nelle relazioni tra le genti e i governi, soprattutto in un mondo destinato a essere sempre più interdipendente.

L’Occidente cristiano dà prova ogni giorno d’accettare la sfida politica del rispetto interreligioso nelle proprie società e nelle proprie terre. Lo fa talvolta anche pagando il costo di mutare in profondità e in poco tempo identità nazionali e religiose nate da esperienze storiche plurimillenarie. E’ giunto il tempo che il resto del mondo faccia la sua parte. (Questo appello è apparso sulla versione cartacea del quotidiano L’Avvenire di Domenica 13 Maggio 2012).

Chiunque voglia aderire a questo appello può lasciare un commento d’adesione a questo articolo o mandarci un’email a redazione@loccidentale.it indicando Nome, Cognome e Città.

Non esitate a far circolare questo appello su blog, social network, mailing list varie per ottenere il sostegno dei vostri parenti, amici e conoscenti. Ogni adesione in più può significare molto.

Grazie per il vostro sostegno.

La Redazione de l’Occidentale

Primi firmatari:

Anna Bono

Margherita Boniver

Lamberto Dini

Franco Frattini

Giancarlo Loquenzi

Alfredo Mantovano

Fiamma Nirenstein

Gaetano Quagliariello

Eugenia Roccella

Maurizio Sacconi

Hanno aderito inoltre:

Mariarosa Abbiati, Milano 

Mauro Alagna

Gian Paolo Babini, Lugo (Ra) 

Marco Binagni, Cerro Maggiore (MI)

Maurizio Brunetti, Roma

Marcello Camici

Remo Cantoni

Stefano Carloni, Roma

Placido Saya Loredana Cian

Franco Coruzzi

Donatella Da Corte, Belluno

Roberto Del Fabbro

Maria Grazia Del Pra

Giuseppe Di Biase

Bruno Dore, Torino

Alfredo Errico

Luigi Facci 

Valentina Fanton

Gianni Fochi

Gaetano Fiorella, Trezzano Rosa (MI)

Antonio Fulco

Teresa Garelli

Luciano Gini

Arnoldo Hall, Saluggia (VC)

Mititelu Maricel Irinel

Fulvio Lisanti

Celestina Lui

Flavio Mainetti

Elena Manzoni di Chiosca

Marco Marcelli

Carmine Morelli

Pierluigi Natale, Roma

Elena Pagani

Bartolomeo Pellegrino, Cuneo

Severo Piazzi

Giovanni Poggiali, Ravenna

Salvato Re

Rosanna Quagliariello

Luigi Russo, Milano

Dante Salmè

Liana Sammartino, Vancouver, Canada

Fernando Sannazzaro

Italo José Scamoni

Greta Sian, Udine

Ritvan Shehi, Roma

Giovanni Stefanelli, Reggio Emilia

Luciano Steve

Giuseppe Tormen

Vanda Vinci

Lino Venturini

Simona Vergani, Amsterdam

Antonio Volpato

Fernando Zaino