Commissione Europea, aiuti da 1,5 miliardi per Kiev

Per una Primavera Demografica
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Commissione Europea, aiuti da 1,5 miliardi per Kiev

Commissione Europea, aiuti da 1,5 miliardi per Kiev

24 Maggio 2023

La Commissione europea ha approvato una nuova tranche di aiuti da 1,5 miliardi di euro per l’Ucraina. Questo finanziamento rappresenta la quarta tranche di assistenza erogata da Bruxelles nell’ambito di un pacchetto di aiuti macro-finanziari da 18 miliardi di euro destinato a Kiev.

Secondo la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, dall’inizio dell’anno sono stati erogati complessivamente 7,5 miliardi di euro al Paese di Zelensky. Questi fondi contribuiscono in modo significativo a coprire le esigenze finanziarie immediate dell’Ucraina. Ulteriori aiuti, inoltre, sono in arrivo.

Questa tranche consentirà all’Ucraina di continuare a pagare stipendi e pensioni, nonché di mantenere i servizi pubblici essenziali come ospedali, scuole e alloggi per le persone sfollate. Inoltre, contribuirà a garantire la stabilità macroeconomica e a ripristinare le infrastrutture critiche danneggiate dalla guerra di aggressione della Russia, come quelle nel settore energetico, idrico, dei trasporti, delle infrastrutture stradali.

La Commissione europea ha dichiarato che questo pagamento è stato effettuato dopo aver constatato i progressi soddisfacenti compiuti dall’Ucraina nell’attuazione delle condizioni politiche concordate e nel rispetto dei requisiti di rendicontazione per garantire un uso trasparente ed efficiente dei fondi. L’Ucraina, infatti, ha compiuto importanti passi avanti nel rafforzamento dello Stato di diritto, nel potenziamento della stabilità finanziaria, nel miglioramento del sistema del gas e nella promozione di un clima imprenditoriale migliore. Questo risultato permetterà anche la distribuzione di un ulteriore pagamento mensile di 1,5 miliardi di euro a giugno.

La Commissione europea ha voluto sottolineare che, finora, sono stati forniti circa 70 miliardi di euro di sostegno all’Ucraina e al popolo ucraino, compresi aiuti finanziari, umanitari, di emergenza e militari da parte dell’UE, degli Stati membri e delle istituzioni finanziarie europee. Queste risorse sono state messe a disposizione anche per gli Stati membri al fine di far fronte alle esigenze dei profughi ucraini.

In conclusione, l’aiuto finanziario dell’Unione europea all’Ucraina rappresenta un sostegno essenziale per il paese, contribuendo a preservare la democrazia, promuovere lo sviluppo socio-economico e garantire la stabilità. L’impegno costante dell’UE dimostra la solidarietà e la volontà di sostenere un paese vicino che sta affrontando gravi sfide.