Home News Lo scalfarismo di Zagrebelsky che tanto piace a Veltroni

Lo scalfarismo di Zagrebelsky che tanto piace a Veltroni

0
3

Nella sua biografia, pesano entrambi gli scalfarismi. Nel senso di Oscar Luigi Scalfaro, che al principio del proprio settennato lo volle alla Corte Costituzionale. Nel senso di Eugenio Scalfari, che allo scadere di quel mandato lo volle sulle pagine di “Repubblica”. Fino a  fare dei due scalfarismi la propria cifra intellettuale, civile, etico-politica. Tanto che proprio in Gustavo Zagrebelsky, nel fatidico discorso del giugno scorso a Torino, Walter Veltroni scelse il personaggio da citare a garanzia di una certa idea di Torino. I più superficiali si aspettavano una citazione di Gobetti; qualcuno dell’editore Einaudi; qualche altro del classico Bobbio. Ma con approfondito e meditato conformismo, il sindaco di Roma aveva pensato a lui, a Zagrebelsky, che forse anche per questo è andato negli ultimi tempi sempre meno atteggiandosi%C2

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here