Per certa stampa il “padre padrone” del Kazakistan e’ diventato un amicone

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Per certa stampa il “padre padrone” del Kazakistan e’ diventato un amicone

13 Giugno 2014

Gli organi di informazione hanno dato grande risalto alla visita di Matteo Renzi in Kazakistan. Giusto che sia così, dal momento che il premier ha fatto gli interessi nazionali rinsaldando il legame già forte tra i due Paesi: l’Italia e’ il primo partner commerciale di Astana in Europa e il terzo a livello mondiale. Le immagini della stretta di mano tra l’inquilino di Palazzo Chigi e Nursultan Nazarbayev, ci hanno poi strappato un gran sorriso. Trattasi infatti del "padre padrone" del Paese centro-asiatico, giusto un anno fa raffigurato nei panni del dittatore crudele col quale occorreva troncare ogni rapporto. Chiedere lumi al ministro Alfano, sul cui capo sono piovute accuse assurde e strumentali. Oggi per fortuna va tutto bene. Tu chiamala se vuoi… ipocrisia di certa stampa.