Somalia. “Pronte altre 6 autobomba a Mogadiscio contro l’Amisom”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Somalia. “Pronte altre 6 autobomba a Mogadiscio contro l’Amisom”

19 Settembre 2009

I Giovani Mujahidin, il gruppo armato somalo legato ad al-Qaeda, avrebbero altre sei autobomba pronte a entrare in azione a Mogadiscio per colpire il contingente di truppe africane della missione Amisom.

Secondo quanto riporta il giornale arabo al-Hayat, dopo l’attentato compiuto due giorni fa contro la base militare dell’aeroporto di Mogadiscio, costato la vita a 21 persone (tra le quali 17 soldati del Burundi e dell’Uganda), i terroristi sono intenzionati a colpire ancora per costringere le truppe Amisom a lasciare il Paese.

Fonti vicine al presidente del governo transitorio somalo, Ahmad Sharif, rivelano che i terroristi sono riusciti a rubare sei veicoli appartenenti alle Nazioni Unite e che li avrebbero già imbottiti di tritolo per farli esplodere con sei attentatori suicidi. Sembra, inoltre, che le truppe Amisom abbiano sottovalutato un rapporto dell’intelligence somala diffuso tre giorni fa che preannunciava il possibile attacco di un kamikaze contro le truppe africane, come poi avvenuto, in risposta al raid dell’esercito americano di lunedì in cui è stato ucciso l’esponente di al-Qaeda Saleh Nabhan.