Vescovo Wesolowski, Padre Lombardi: “è a disposizione Superiori”

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Vescovo Wesolowski, Padre Lombardi: “è a disposizione Superiori”

12 Gennaio 2014

Padre Lombardi, capo della sala stampa del Vaticano, interviene sul caso dell’arcivescovo Jozef Wesolowski, ex rappresentante diplomatico della Santa Sede nella Repubblica Dominicana indagato per presunti abusi sessuali su minori. "Non c’è stata, ed è priva di fondamento, qualsiasi richiesta alla Santa Sede di estradizione e non si può parlare neanche di canali diplomatici", dice padre Lombardi smentendo alcune voci rincorse sui giornali, dopo le richieste avanzate dalla magistratura polacca sull’alto prelato. Sul caso potrebbero indagare già due tibunali vaticani e i giudici della Repubblica Dominicana e della Polonia, terra di origine di Wesolowski. Padre Lombardi ha spiegato che l’arcivescovo "è a disposizione dei suoi Superiori", in attesa del giudizio della Congregazione per la dottrina della fede. Wesolowski era stato richiamato in Vaticano dopo che il cardinale Nicols Lopez Rodriguez aveva informato Papa Francesco delle accuse di pedofilia.