Anche i verdi finlandesi ormai sono favorevoli al nucleare

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Anche i verdi finlandesi ormai sono favorevoli al nucleare

Anche i verdi finlandesi ormai sono favorevoli al nucleare

24 Novembre 2022

Lo scorso luglio, il parlamento europeo ha approvato la tassonomia energetica. Il gas venne inserito come fonte energetica utile per la transizione ecologica, mentre il nucleare era stato collocato tra le fonti sostenibili. La totalità dei Verdi europei, tedeschi e finlandesi inclusi, si oppose e il voto fu contrario. Oggi, la situazione è molto diversa.
Dopo pochi mesi, infatti, Greta Thunberg ha sfumato la propria contrarietà, sostenendo che sarebbe un errore chiudere le centrali già in funzione. Poco dopo, la Germania di Scholz, la cui maggioranza include i Grune, ha fatto marcia indietro. La vita delle centrali nucleari tedesche è stata prolungata: non chiuderanno a dicembre come previsto. Una retromarcia simile viene anche dalla Finlandia. La Lega dei Verdi è membro della coalizione di governo ed è contraria da sempre al nucleare. Ieri ha cambiato radicalmente la propria linea: è il primo partito ambientalista al mondo a dichiararsi  favorevole al nucleare.