Carlo Serrani

Articoli

Opinioni

Il ritorno di Berlusconi e il progetto egemonico tedesco

5
Fino al crollo del muro di Berlino e la generalmente pacifica dismissione dei regimi comunisti dell’Est, l’identità dell’Europa è stata innanzitutto definita dalla c

Verso l'Eliseo

Che vinca o no, Sarkò sarà ricordato solo come un presidente di transizione

0
Il primo round elettorale francese ha fornito importanti indicazioni: sembra infatti che buona parte del popolo francese si sia ampiamente resa conto che la dialettica tra Stato-nazione da una part

Autolesionismo e memoria nazionale

Sull’ingegnere ucciso in Nigeria l’Italia decide di farsi (ancora) male da sola

1
Il 15 febbraio 1942, dopo un attacco durato una settimana, 23.000 giapponesi invasero Singapore, prendendo prigionieri circa 100.000 militari britannici. Insieme al fallito sbarco britannico&n

Altro che luoghi comuni

Quando la smetterà Severgnini di sputtanare il nostro paese all’estero?

10
Tra i luoghi comuni assai diffusi nel nostro Paese vi è la tendenza ad attribuire la responsabilità di tutti i problemi alla classe politica nazionale, spesso descritta come inad

Opinioni

Sette domande sull’euro per governo, opposizione e servizi di sicurezza

0
Domanda nr 1  Premessa: L’attuale speculazione finanziaria internazionale contro l’euro parte principalmente da circuiti finanziari dell’area

Internet e la tutela del diritto d'autore

Si avvicina il giorno in cui finirà il Far West della Rete

1
"Nell’assenza di regole, vince sempre il più forte". A giudicare dallo spropositato clamore contro il regolamento antipirateria appena varato dall’AGCOM, fino alle apo

Mutatis mutandis

Verrebbe da chiedersi chi ha fottuto gli inglesi ma è meglio chiuderla qui

15
La linea generalmente denigratoria e insultante della stampa inglese verso l’Italia, e in particolare dell'Economist, si colloca da tempo notoriamente in relazione inversa rispetto a

Tutta invidia

Gli inglesi non hanno mai perdonato all’Italia di avergli “tolto” l’Impero

3
L’orgoglio nazionale non è il punto più forte degli odierni Italiani, per una serie di diverse e note ragioni storiche, tra le quali il fascismo, la sconfitta nella Seconda Guer

Piccole e grandi lobbies

C’è qualcuno che non si vede dietro le inchieste contro Berlusconi?

4
Per cercare di comprendere un Paese come l’Italia è innanzitutto necessario non farsi distrarre dal discromatico e dissonante teatrino quotidianamente imbastito da gran parte della nos

Scenari possibili

La caduta di Berlusconi sarebbe una manna per le lobbies straniere (e non)

13
I processi di globalizzazione hanno evidentemente ampliato il ruolo dei mercati e ridotto quello dei Governi, conferendo crescente autonomia ed aggressività a varie lobbies internazionali. L

NEWS