Milano. Scontri alla festa per la fine del Ramadan, aggredita la Santanché

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Milano. Scontri alla festa per la fine del Ramadan, aggredita la Santanché

20 Settembre 2009

Tafferugli alla festa per la fine del Ramadan in corso alla "Fabbrica del Vapore" di Milano. Gli scontri sono stati innescati dalla reazione di alcuni fedeli musulmani alla manifestazione inscenata dal "Movimento per l’Italia, di Daniela Santanché" contro l’uso del burqa.

"La legge italiana – aveva detto la leader conservatrice prima di ricevere un pugno sul viso – vieta che si giri con il volto coperto e va rispettata. Non ce l’ho con queste povere donne, ma con chi le manda e le soggioga. Il burqa è un umiliazione per le donne".