Andrea Di Nino

Articoli

La festa degli scontenti

A Natale siamo tutti più buoni… ma anche no

1
A Natale siamo tutti più buoni. A pensarci bene, più che un frusto luogo comune è (quasi) un’istigazione a delinquere. E cioè: visto che durante l’anno siamo

SulmonaCinema

Ricordo di mio padre, ricordo di un grande attore: Ugo Tognazzi

0
“Ritratto di mio padre”, il lungometraggio presentato il 2 dicembre da Mariasole Tognazzi alla platea del SulmonaCinema, ricostruisce la figura del grande Ugo a vent’anni dalla

Elezioni di midterm negli USA

I Repubblicani prenotano il Congresso ma è troppo presto per cantare vittoria

0
Con l’approssimarsi delle elezioni di medio termine l’America si chiede per chi, questo 2 novembre, suonerà la campana a morto. E dibatte sulle previsioni. I risultati daranno ra

Stati Uniti verso il voto

Nella battaglia in campo aperto vinceranno i Repubblicani

0
La politica americana è oggi una “guerra di trincea” o una battaglia “in campo aperto”? La distinzione tra le due fasi è opera di

Il meglio dell'Occidentale

Michael Ledeen suona la sveglia prima dell’attentato di Times Square e dopo

0
“Siamo in guerra”. Una guerra globale che tocca e ferisce “tutti quei paesi che sfidano il fanatismo dell’intolleranza, un proseguimento dell’antica guerra della tiran

I colpi della Cia e del Mossad

Fuga di cervelli (e informazioni) dall’Iran al Grande Satana

0
Dopo un appuntamento elettorale dai risultati tutt’altro che chiari e dopo la sanguinosa repressione dell’Onda Verde antiregime che la censura non è riuscita del tutto a nasconde

Sondaggi dal doppio volto

Obama è sempre più amato nel mondo, mentre negli USA l’incantesimo è finito

1
A confermare la storia d’amore tra Barack Obama e il resto del mondo arriva il recente sondaggio della BBC secondo il quale, dal suo insediamento in poi, l’indice di gradimento degli St

Minacciati i membri del Congresso

Negli USA monta la rabbia per la riforma sanitaria

3
Nonostante l’ampia e compiacente copertura mediatica e la trionfale cerimonia di ratifica alla Casa Bianca, il fiore della riforma sanitaria di Obama stenta a germogliare nei cuori degli amer

I complici del Male

La spia occidentale alleata di Hamas, Hezbollah e degli Stati del Terrore

1
Pur non essendo più un giovanotto di primo pelo (è nato nel 1950) Alastair Crooke ha un aspetto stranamente giovanile e quasi elfico: grandi orecchie che sporgono dalla testa, un naso

Quando il vizio è una virtù

Arabia Saudita: la polizia religiosa colpisce ancora

5
Immaginate di essere donna. Immaginate di essere nata negli Stati Uniti, a Salt Lake City, da genitori giordani e di aver interiorizzato la buona vecchia American Way of Life.

NEWS