Vittorio Gallante

Articoli

Crisi finanziaria

Le conseguenze dell’attivismo tedesco nel sistema bancario europeo

0
Sono le crisi – non i periodi di benessere - a generare repentine accelerazioni o addirittura svolte in processi “cristallizzati” da tempo. La cr

Cosa resta del Governo Prodi

Dai conti segreti in Liechtenstein al blitz sui redditi

0
“Time will tell, time will say”: solo il tempo, vecchio galantuomo, può dare un giudizio sugli eventi passati. Sulla passata gestione governativa, sui suoi uomini e sulle loro in

Università - Fondazioni: si parte

Con la mega-manovra Tremonti apre la strada a un nuovo mondo universitario

4
Un tassello fondamentale della manovra triennale è l’intervento sulle università, attraverso il quale si concede a queste ult

I casi Citibank e Postbank

La Germania ora cerca di arginare il protagonismo francese

3
Siamo convinti che si faccia un grave errore a sottovalutare gli sviluppi della finanza tedesca, ignorandone poi del tutto le ricadute per l’Italia.  Perché tanta preoccupazione?

Valute pesanti

Dollaro/euro, la fine di un ciclo storico

1
 Alla base del dollaro debole, soprattutto la fine di un ciclo storico. Ma l’euro non è in grado di reggere l’architettura globale come ha fatto il dollaro finora.

E’ ora che le due sponde dell’Atlantico si avvicinino

2
 Le due sponde dell’Atlantico devono avvicinarsi. Fino a qualche mese fa l’idea – pur suggestiva &nda

Crisi dei Subprime

La Merkel dice basta al dominio di Londra sulle Borse

1
 Basta con il sistema anglosassone: nella crisi subprime è stato un autentico disastro.

Iranpolitik

Perché Berlino non vuole l’Italia per trattare con Teheran

3
A vertice FAO ancora in corso, ha destato non poco clamore la notizia che la Germania non vuole l’allargamento all’I

Scandali da intercettazioni

Il “Telekom Gate” preoccupa le istituzioni tedesche

0
 Il “Telekom Gate” è ancora un insieme di congetture. Ma in Germania preoccupa (a ragione) le istitu

I primi 10 giorni di Tremonti: tamponare la finanziaria di Prodi

2
 La Finanziaria 2008, l’ultima del governo Prodi, venne annunciata tra squilli di tromba. Particolarmente decantata, poi, è stata la riforma dell’imposizione societar

NEWS